L’ARABA FENICE… INTERVISTA AD ABELE LANZANOVA di Carlo Aguzzi

Eccoci con Abele Lanzanova, bresciano, nuovo amministratore delegato della cantina La Versa, che abbiamo intervistato la settimana scorsa in occasione della degustazione in azienda del Pinot Nero Cuvée Storica. L’uomo nuovo da cui ci si attende la grande svolta di questa cantina simbolo dell’Oltrepò Pavese dei tempi d’oro e ora in grave sofferenza economica. Consapevoli che servono sì tecnici ed enologi di primo livello, ma prima di tutto uomini perbene, con visioni e tanta voglia di fare.

Lanzanova, La Versa ha attraversato un momento indubbiamente buio. Come bisogna comportarsi per ridarle la leadership?

<<Innanzitutto occorre puntare ad avere un maggior apporto di uve, controllando accuratamente la qualità che è il fine primario. E poi ritornare sul mercato Horeca (quello delle aziende alberghiere, di ristorazione e catering, ndr) con decisione e, per quanto riguarda la grande distribuzione, avere una linea con un buon rapporto qualità-prezzo>>.

Quali errori non bisogna ripetere?

<<Primo: occorre tener sott’occhio i costi di produzione. Secondo: acquistare materie prime a prezzo concorrenziale. Terzo: fidelizzare gli uomini in grado di gestire l’azienda>>.

Su quali vini punterete?

<<Sui vini spumanti. È un’azienda spumantistica, quindi occorre fare una bottiglia degna del nome La Versa>>.

Quali sono le azioni che produttori, operatori dell’ospitalità e della comunicazione dovrebbero intraprendere per promuovere lo spumante?

<<Valorizzare il nome Oltrepò Pavese che è considerato inferiore rispetto ad altri, come per esempio Franciacorta e Trento. Serve inoltre un disciplinare più restrittivo che classifichi le uve di prima qualità. Senza contare che produzione e imbottigliamento devono essere effettuati rigorosamente in Oltrepò Pavese. Chi vuole il vino, lo deve acquistare qui da noi già in bottiglia>>.

Come è andata la vendemmia quest’anno?

<<Ottima, se non eccellente. La quantità non è eccessiva>>.

Parliamo dell’accordo con il Calcio Pavia. Quali sono i motivi che l’hanno spinta a questa sponsorizzazione?

<<Per riportare il nome La Versa sul territorio e far sentire la propria esistenza. In seconda battuta per poter entrare nel mercato cinese>>.

In passato aveva già sondato questo settore con il Mantova e il Como. É un appassionato di calcio?

<<Il Mantova è stato solo un approccio. Con il Como, invece, l’interesse è stato più marcato: volevo fare un investimento immobiliare, ossia lo stadio nuovo>>.

Soddisfi la mia curiosità di sommelier: quando va al ristorante quali vini ordina?

<<Sono amante dei rossi piemontesi e dei bianchi friulani>>.

Con quale piatto farebbe un peccato di gola?

<<Trippa, pasta e fagioli, polenta e “osei”>>.

Consulta le guide dei vini?

<<No, perché ognuno scrive quello che vuole>>.

Chi non sopporta?

<<I presuntuosi, gli arroganti e i maleducati>>.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...