PEÑAFALCON GRAN RISERVA RIBERA DEL DUERO di Francesca Fiocchi

Vinitaly è stata anche l’occasione per conoscere un produttore straordinario di vini altrettanto straordinari: Casimiro e la sua azienda, Bodegas Peñafalcon. Quando ti mette sul tavolo una bottiglia di Siglo XI Gran Riserva Ribera del Duero, 15% Vol., è una piccola felicità, e intuisci subito che hai davanti una signora bottiglia, frutto della Spagna enologica migliore, che non ha nulla o quasi da invidiare all’Unico di Vega-Sicilia. Un vino, il Siglo XI (79,80 € + iva), che parla da solo. Casimiro non potrebbe presentarsi a me in modo migliore: con classe, eleganza, corpo. Tanti descrittori per un vino sicuramente da grandi occasioni. E un bouquet di profumi da far invidia a un intero giardino fiorito, essenze che rimandano al caldo, alla Spagna, ai ciliegi in fiore. Le intense note fruttate caricano di sapore la trama floreale di questo meraviglioso rosso castigliano, dandoti quasi l’impressione di poterlo mangiare più che degustare. Se fosse un cibo sarebbe una gustosa entrecote di manzo, con la quale peraltro si sposa benissimo. Vini che meritano sicuramente una visita in loco, visto che da queste parti ci tengono molto all’ospitalità, nobile virtù che si ritrova in questo vino accogliente al naso e in bocca.

IMG_7832Bodegas Peñafalcon è a nord di Madrid, a Calle Pisuerga, nella provincia di Valladolid, dove ci sono le cantine spagnole più prestigiose. Enologicamente parlando è l’alta valle del Duero, una regione di ventimila ettari dove i terreni, situati tra 700 e 850 metri sul livello del mare, seguono il ritmo di un fiume che per secoli fu il confine tra terre cristiane e musulmane. Il Duero, che nasce in Spagna e si getta nell’oceano Atlantico, tempera in estate il caldo secco aumentando l’umidità: questa è una zona dal clima continentale, con grandi escursioni termiche (le temperature d’estate sono sui 40 gradi di giorno e scendono a 12 di notte). Il terreno è prevalentemente calcareo e ci regala vini di altissimo profilo e personalità, fra i più longevi della Spagna. Vini che condividono la stessa uva, il tempranillo, con i grandi rossi spagnoli della Rioja. Il tempranillo, che qui prende il nome, in virtù di una mutazione genetica, di tinto fino (o tinta del pais), costituisce l’85 per cento delle uve coltivate: il restante è malbec, cabernet sauvignon, merlot, garnacha tinta. Il riconoscimento come zona di produzione di qualità è arrivato solo poco più di vent’anni fa, ma la tradizione enologica è antichissima.

IMG_7922

La bodega è condotta condotta da Casimiro e sua moglie Maria Jose Arranz e vanta una lunga storia famigliare artigianale. Il suo vino di punta è il Siglo XI Ribera del Duero Gran Riserva, un vino che ha un ottimo potenziale di invecchiamento e fa cinque anni in barrique nuove di legno americano e francese prima di essere commercializzato. Il 70 per cento della produzione è destinata alle tavole europee e asiatiche. L’annata in degustazione è il 2009, 100% tempranillo, con vendemmia fatta rigorosamente a mano per preservare la qualità delle uve. Il colore è un rosso rubino che conserva una buona brillantezza. Il naso è intenso, franco, equilibrato. Il bouquet è elegante e di grande complessità aromatica: piccoli frutti rossi maturi richiamano i ciliegi della valle del Jerte, in Estremadura, e si accompagnano in una sinfonia olfattiva con ribes nero, mirtilli, prugne. Di grande corrispondenza naso e bocca, è di corpo, saporito, con note speziate di pepe nero e un ritorno di aromi di tostato dovuti al passaggio in legno. Creano complessità note di pane abbrustolito, bacche scure, liquirizia e richiami minerali. L’età elevata dei vigneti fa sì che i raccolti siano inferiori, conferendo una maggior concentrazione di aromi. La struttura è piena, i tannini maturi, l’acidità concentrata. Finale lungo e fruttato. Senz’altro un rosso che si fa ricordare.

Perché non gustarlo appieno al castello di Peñafiel, sede del museo provinciale del vino, lasciandosi incantare dalle sue magnifiche vedute e dalla gastronomia locale castigliana?

http://www.bodegaspenafalcon.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...