ENOGASTRONAUTI A MILANO GOLOSA 2016

Bisogna avere il massimo rispetto per la materia. È lei il punto di partenza. È  lei che detta l’opera, lei che la impone”. Parte con una citazione di Joan Miró la quinta edizione di Milano Golosa, dal 15 al 17 ottobre al Palazzo del Ghiaccio, di via Piranesi, con un ricco programma. Al centro la cucina consapevole e responsabile: gluten free, agricoltura sinergica, foraging. Con una grande attenzione per i cibi vegetariani, per quelli vegani e perfino selvatici. E con tanti ospiti: dall’attrice Laura Torrisi alla food blogger Sonia Peronaci allo chef (dello stellato Joia) Pietro Leemann. Attesi Claudio Corallo, agricoltore italiano che vive a Principe -Sao Tome, produttore numero uno al mondo di cacao e Valeria Mosca, esperta forager che con il suo sito Wood* ing sta promuovendo in Italia la cultura dell’alimentazione con cibi spontanei selvatici, all’estero già un trend. Quest’anno si va oltre il piatto, alla ricerca di ciò che vi si trova dentro, all’integrità della materia prima, un’idea di purezza da preservare. Una tre giorni di incontri e approfondimenti, ma anche laboratori, degustazioni, ricette e cooking show che raccontano l’enogastronomia di qualità, con focus sulle materie prime, accanto a più di 200 artigiani del gusto in esposizione.

images

Quando si parla di eccellenza e made in Italy non si può non parlare di vino, simbolo di eleganza e cultura del territorio. Si parte sabato 15 ottobre alle 14.30 con il Primitivo di Manduria, uno dei vitigni principe della Puglia, dei Feudi di San Marzano e a seguire una verticale con la Col D’Orcia di grandi annate di Brunello Riserva Poggio al Vento, uno dei primi crù di Montalcino. Alle 18.30 il focus è sui grandi Champagne con “Thienot: une grande maison d’aujourd’hui”. Il 16 ottobre alle 12 “La vigna in rosa” è quella di Mattia Vezzola, con la sua bella azienda a Moniga del Garda: l’occasione per degustare il celebre Valtenesi Rosé. Il Collio è protagonista con Silvio Jermann, un nome una garanzia. Da non perdere anche la “Valpolicella secondo Marion”, mentre in chiusura Frescobaldi presenta Leonia e il territorio di Pomino, con la scelta innovativa di piantarvi vitigni francesi. Atteso lunedì 17 Benjamin Zidarich, che insieme a Stefano Amerighi e Fabio Gea racconta la sperimentazione di particolari metodi di affinamento nell’incontro “Pietra, vetro, porcellana: nuove vie per il vino?”.

images-1

Tra i tanti dibattiti segnalo anche “Miele: il nobile ingrediente”, con l’apicoltore Andrea Paternoster della Mieli Thun e “Agricoltura sinergica e cucina. Il cuoco contadino possibile?”, con Pietro Leemann, da anni impegnato nella diffusione di Alta cucina naturale con piatti vegetariani e vegani.

images-3

Al di fuori del Palazzo del Ghiaccio il Fuori Milano Golosa prevede cene e degustazioni che coinvolgono ristoranti ed enoteche milanesi. L’evento sarà aperto al pubblico sabato 15 ottobre (dalle 14.30 alle 22), domenica 16 ottobre (dalle 10 alle 20) e lunedì 17 ottobre (dalle 10 alle 17.30). Il costo del biglietto è di 10 euro a persona, 5 euro per i bambini dai 6 ai 12 anni. Per il programma dettagliato http://www.milanogolosa.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...