OLTREPÒ WINEMI WEEK, COME BERE BENE A MILANO di Francesca Fiocchi

Dal 4 all’11 novembre l’Oltrepò Pavese sarà protagonista dell’evento Oltrepò WineMi Week ‘Bere bene a Milano’, una settimana di degustazioni nelle enoteche del gruppo WineMi. Dodici storiche cantine presenteranno il top di gamma della loro produzione fra Pinot Nero, Metodo Classico, Bonarda, Riesling. Un modo per far conoscere il territorio nel capoluogo meneghino, a solo un’ora di strada dall’Oltrepò Pavese, meta ideale per un week-end fuori porta nel verde. Storicamente Milano è un mercato importante per questi vini. Un mercato che sta cambiando evolvendo verso la ricerca di una maggior qualità e con un’attenzione focalizzata non più solo sul prodotto finale ma su tutta la filiera, con un consumatore sempre più esigente disposto a pagare il giusto prezzo per il vino.

Una storia vitivinicola che l’Oltrepò incomincia a scrivere alla fine dell’800 quando il conte Vistarino di Rocca De’ Giorgi insieme all’amico Carlo Gancia produce il primo spumante Metodo Classico Brut italiano con base Pinot Nero. Da lì la fortuna di questo vino, che pian piano esce dal territorio e va in giro per il mondo, prima tappa: New York. Il successo della spumantistica oltrepadana lo consolida la cantina sociale di Santa Maria della Versa sotto la direzione del duca Antonio Denari, personaggio carismatico e traino di un territorio che negli anni Trenta sta muovendo i suoi primi timidi passi all’estero. Oggi l’Oltrepò, prima zona vitivinicola a denominazione della Lombardia, continua la sua storia firmando vini e spumanti Metodo Classico di qualità. Un vino con il quale occorre identificarsi sempre di più insieme alla Bonarda, al Buttafuoco e al Pinot Nero, a mio avviso lasciando perdere altri vitigni non identificativi che in questo terroir non raggiungeranno mai l’eccellenza, soprattutto se confrontati con altri territori più vocati in Italia e nel mondo. Oggi non basta più fare un buon vino, occorre produrre eccellenza per sostenere la sfida globale. Eccellenza che si raggiunge puntando sul cavallo vincente.

thumbnail

Il progetto WineMi nasce dall’unione di cinque enoteche storiche milanesi (La Cantina di Franco, Cantine Isola, Enoteca Eno Club, Enoteca Ronchi, Drogheria Radrizzani Enoteca) che in partnership con sei produttori rappresentanti il made in Italy di eccellenza (Masi Agricola, Col d’Orcia, Cerretto, Rocca delle Macie, Tasca d’Almerita, Bellavista) mirano a creare un punto di riferimento per l’enogastronomia di qualità attraverso eventi mirati. Un modo per far conoscere grandi vini e altrettanto grandi territori.

E ricordiamoci di mangiare e bere bene! #WineStopAndGo