CA’ DEL BOSCO: IL FRANCIACORTA CUVÉE PRESTIGE CHE FA BENE AL CUORE di Francesca Fiocchi

Identità. È questo il modo migliore per descrivere il Franciacorta Cuvée Prestige di Ca’ del Bosco, che ha appena compiuto i suoi primi dieci anni con un evento charity. Una virtù scritta nell’etimologia di un termine antico: da “idem”, quell’essere sé stessi, essenza, spirito e materia. Come ogni vino firmato da Maurizio Zanella, un visionario, artefice del successo del Franciacorta nel mondo – non me ne vogliano gli altri. Un uomo che ha saputo portare il consorzio di tutela a livelli inimmaginabili. Convogliando intorno al vino artisti, personaggi famosi, fotografi di grido, scrittori e pensatori. È lui che ha saputo dare lustro, patina e immagine a tutto il terroir e al suo vino simbolo con una qualità indiscussa – penso all’Annamaria Clementi, il vino della mamma – e con un forte ed inequivocabile richiamo all’arte, creando sinergie con i vari saperi, e dimostrando così che il vino può essere tante cose insieme. Ma soprattutto regalandoci il sogno, perché il vino è proprio questo: è prima di tutto un sogno. I vini di Maurizio Zanella sono un mood, un modo preciso di sentire e percepire la vita, il lifestyle, l’arte, il quotidiano: non sono “semplici” vini. Qui non siamo in presenza di un agricoltore ma di un imprenditore con la sensibilità di un artista: è questo che crea il sogno, lo scatto in più. Quel sogno che in Champagne dà il ritmo all’agricoltura, ed è davanti ad ogni passo, scelta, obiettivo. Diventando etica. Con Maurizio Zanella c’è il recupero delle proprie (e fiere) origini trentine proiettate nel Franciacorta style prima, nel mondo poi. Ecco, di questi piccoli e silenziosi capolavori e gioie che riescono ad afferrare e fissare il sogno uno è la Cuvée Prestige, in assoluto il suo vino più conosciuto e apprezzato all’estero (Ca’ del Bosco esporta principalmente negli Usa, in Germania e Giappone). E quindi il decennale non poteva essere un compleanno qualsiasi, ma una ricorrenza in stile Ca’ del Bosco, fra arte e charity. Arte con le ceramiche di Bertozzi & Casoni: 10 pezzi esclusivi unione di pittura e scultura che riproducono la terra del Franciacorta e che sono appena stati battuti all’asta da Sotheby’s. Qui interviene il progetto charity: il ricavato è stato devoluto in beneficenza a Dynamo Camp, primo campo di terapia ricreativa in Italia, di cui ci siamo già occupati, che offre gratuitamente periodi di vacanza e svago a minori da 6 a 17 anni affetti da patologie gravi o croniche e che proprio nel 2017 festeggia i suoi primi dieci anni di attività. Per la precisione, il ricavato di tutte le iniziative di Ca’ del Bosco volte a celebrare il decennale della Cuvée Prestige ammonta a 115.00 euro (dato dichiarato da Dynamo Camp). Ma non solo. La Cuvée Prestige può contare su una nuova veste speciale, ispirata dalle sculture dei due artisti della ceramica policroma. Infatti, la sua produzione in vendita da fine ottobre a tutto dicembre 2017 vanta a sorpresa un’etichetta prestigiosa in edizione limitata, ma solo una bottiglia delle sei presenti in ogni scatola ha questa tiratura esclusiva che la rende più preziosa, un vero e proprio oggetto di design e arredo.

0,75-litri

“Il Franciacorta Cuvé Prestige è l’essenza di un sapere lungo trent’anni, di amore per il vino, di dedizione quotidiana in vigna e nelle cantine alla ricerca della sublime seduzione del palato. Esperienze ed intuizioni che una vendemmia dopo l’altra ci permettono di entrare a fondo nell’intima conoscenza della materia prima, l’uva, e del lungo processo di trasformazione che la rende vino”, ci racconta Maurizio Zanella. Un Franciacorta classico, equilibrato, fresco e acidulo di grande abbinabilità. Entrano in gioco solo le migliori selezioni di uva Chardonnay (75%), Pinot nero (15%) e Pinot bianco (10%), quelle provenienti da più di cento vigne, materia prima pregiata da vinificare separatamente, secondo le differenti origini, per ottenere vini base che vengono sapientemente assemblati alle nobili riserve delle migliori annate (almeno il 20%), nel rito magico della creazione della Cuvée. Solo dopo un lungo periodo di affinamento sui lieviti questo vino potrà esprimere la sua ricchezza, complessità ed identità.

Vini di ampio respiro. Poesie. Carezze. Gioco di armonie. Sublimi trasparenze. L’interpretazione più alta e matura che un Franciacorta possa raggiungere. #dynamocamp #charity