GRADISCA IN VETRINA di Francesca Fiocchi

All’enoteca regionale La Serenissima di Gradisca d’Isonzo torna come ogni anno il Gran Premio Noè, uno degli eventi più attesi della stagione. Un curioso e divertente modo per scoprire il Friuli vitivinicolo più rappresentativo tra vini e terroir e per conoscere storie di imprenditori e fare impresa, scrittori, prodotti gastronomici tipici e tante altre iniziative culturali, termometro di una regione in fermento che sta ripensando la sua linea: bianchi di alta qualità a lungo invecchiamento e vini da monovitigno cui si affiancheranno sempre di più blend interessanti. Vini bianchi fermi che nel Collio, Colli Orientali e zona dell’Isonzo raggiungono una straordinaria complessità gusto olfattiva, complice un territorio dalle condizioni pedoclimatiche uniche che corre tra il 45° e il 46° parallelo, lo stesso che attraversa la Borgogna meridionale e la Willamette Valley con i suoi grandi Pinot Nero (Friuli che tra l’altro è la terra più settentrionale al mondo ad ospitare gli ulivi). Sottotitolo dell’evento è “Suoni in bottiglia”, perché il vino è musica e, quindi, non mancheranno intermezzi musicali d’autore tra un appuntamento settimanale e l’altro. Cinque gli incontri per una proposta diversificata. Si inizia domani con la serata dal tema “Aquileia da gustare“, con la presentazione del progetto turistico “Aquileia te salutat”, a cura di Emanuele Zorino, e con un laboratorio di mosaico aperto a tutti, si prosegue giovedì  16 novembre con “La birra e gli Eggenberg“, venerdì 24 è la volta de “Le grappe e il cioccolato“, mentre “Il Pinot Nero e i suoi abbinamenti” è protagonista giovedì 30 (con degustazione dei vini degli associati alla rete di impresa Pinot Nero FVG, che accompagneranno i piatti dello chef Giorgio Dal Forno). Gran finale giovedì 7 dicembre con la serata “I Pinots come base spumante“.
                               image

“Anche quest’anno avremo tanti spunti su cui riflettere e l’intervento di personalità del settore enogastronomico, come Rossana Bettini Illy, che il 24 novembre presenterà il suo libro ‘È autentico cioccolato’, nel corso di una serata dedicata alla degustazione di grappe top di gamma del Friuli Venezia Giulia in abbinamento al cioccolato, e con inaugurazione della mostra fotografica realizzata da Fabio de Visintini”, commenta l’ideatore del Premio Stefano Cosma. “Da non perdere, giovedì 7 dicembre, è anche la presentazione del libro ‘Andando verso est – diario di vendemmie in Friuli’, di Andrea Zanfi, al termine ci sarà una degustazione di spumanti a base Pinot Nero e Pinot Bianco abbinati con formaggi e sorbetti “. E conclude: “Diversi i motivi per venire almeno un week-end in Friuli, che offre tanto anche dal punto di vista paesaggistico, artistico e culturale”. #granpremionoè #fvg

e-autentico-cioccolato-rossana-bettini-_-cover-2