TOMAS HUERTA, “LLEVATE TODO LO QUE PRUEBAS” di Francesca Fiocchi

thumbnail (17)

Llevate todo lo que pruebas è il motto di Tomas Huerta (Coloniales Huerta), l’enoteca in Calle Maestro Gozalbo 13 a Valencia, recuperata grazie al gruppo La Sucursal, un team di imprenditori nell’alta ristorazione che hanno coniugato lo spirito di questa storica drogheria del 1916, l’antica mantequeria di Tomas Huerta, con il vino. Per capire l’importanza del progetto, Tomas Huerta per tre generazioni ha difeso il prodotto gourmet di nicchia diventando punto di riferimento dell’Eixample valenciano. Oggi è uno spazio unico, con preziose ceramiche alle pareti risalenti ai primi del 1900. Qui si possono accompagnare ottimi vini, molte (e fuori dal coro) le referenze dell’area valenciana, con tapas d’autore e prodotti tipici acquistabili anche separatamente in un banco gourmet che noi di WineStopAndGo consigliamo per fare la spesa: vino, salumi, formaggi, dolci, conserve e molto altro, coniugando qualità con prezzi estremamente ragionevoli. Più un ristorante, chef Miriam de Andres, con i tavoli tra gli scaffali del vino e i prodotti alimentari.

thumbnail (9)

thumbnail (19)

thumbnail (20)

Abbiamo assaggiato e degustato diverse cose interessanti, del resto se ti trovi in una delle enoteche più cool della città non ti puoi aspettare altro. Detto questo, vi parlerò di un paio di vini locali, al di fuori delle solite rotte commerciali, forse un po’ meno conosciuti di altri, ma credo che sia questo il senso di scoprire e far conoscere a chi ti segue un paese nuovo. Prima, però, conosciamo la proprietà. Dietro Tomas Huerta c’è La Sucursal, un gruppo con 25 anni di storia che unisce grandi capacità imprenditoriali con un’offerta gastronomica di altissima qualità dove cucina e ambiente si fondono in un’esperienza sensoriale appagante per i sensi. Dall’impiattamento, che dà vita a una vera e propria architettura dei piatti, ai dettagli raffinati degli ambienti, al personale di sala impeccabile. La Sucursal significa la famiglia de Andres Salvador: Loles Salvador, che è la fondatrice, con più di quarant’anni di esperienza dietro ai fornelli, i figli chef Miriam e Jorge de Andres. Cristina e Javier de Andres, Premio Nazionale di Gastronomia 2015, guidano la sala. Con loro un’equipe di professionisti del settore gastronomico valenciano.

thumbnail (11).jpg

thumbnail (18)

thumbnail (5).jpgIl gruppo realizza catering esclusivi e gestisce bar, ristornati ed enoteche a Valencia. Fra gli altri, il Club Vinos de Autor e i ristoranti La Maritima alla Marina di Valencia, il Vertical all’attico dell’hotel Ilunion e La Sucursal al terzo piano dell’edificio Veles e Vents con vista a 360° sulla città: la darsena, il porto, la spiaggia di Malvarrosa. Quest’ultimo tempio gourmet è stato definito da The Guardian miglior destinazione in Spagna del 2018. Una cucina creativa, legata al territorio, ai prodotti nostrani del mercato rivisitati in chiave moderna, con riconoscimenti delle guide di settore (La Sucursal, una stella Michelin nel 2005 e i due soli Repsol). Un gruppo che fa ricerca, sperimentazione e investe nella formazione con la Escuela de Hosteleria de la fundacion Cruzcampo, che ha sede nell’edificio Veles e Vents di Valencia. La scuola si pone come obiettivo di trasmettere la passione della cucina e della sala ai giovani.

thumbnail (10).jpg

thumbnail (3).jpg

Con la prima cantina, Bodega la Viña, siamo al confine fra tre province: Valencia, Alicante e Albacete. Per la precisione siamo a La Font de la Figuera, ancora in territorio valenciano (a 100 chilometri da Valencia), alla testa della Vall de Montesa. La Viña nasce come cooperativa nel 1944 con 38 soci e 47 ettari, oggi i soci sono 372 per un totale di 2200 ettari. Il primo vino che segnalo è Venta del Puerto n.12 Seleccion Especial 2015 Do Valencia (sottozona Clariano), espressione centrata della ricchezza e della complessità di clima e suoli dei dintorni della città. Coupage di quattro varietà: tempranillo e cabernet sauvignon al 40% entrambi, merlot e syrah al 10%. Dodici i mesi in barrique di rovere americano e sei quelli in bottiglia per un vino che dimostra carattere, forza e struttura, dal frutto polposo, con finissime note vegetali e balsamiche e un tocco di cioccolato e caffè. Più o meno 50mila le bottiglie prodotte. Ottimo il rapporto qualità-prezzo.

thumbnail (1).jpg

thumbnail (4).jpg

Consiglio anche il Vegalfaro 2016 da uve merlot e bobal. In questo caso siamo nella DO di Utiel-Requena, zona d’elezione dell’uva bobal (originaria di Utiel) da oltre 500 anni, con più di cento cantine che la sanno esprimere al meglio nel vino puntando sulla qualità e non più solo sullo sfuso. Bodegas Vegalfaro, in regime biologico, conta su 60 ettari in tre vigneti differenti quanto a suolo e microclima. Il vitigno, il più coltivato dopo tempranillo e garnacha, ha rischiato l’estinzione per la sua incapacità a maturare in maniera omogenea. In un blend apporta colore e acidità e grazie allo spostamento della sua coltivazione verso zone più alte riesce a esprimersi meglio nei profumi. Il vino che si ottiene dall’uva bobal, oltre che di un magnifico colore rosso ciliegia, è fruttato, succoso, con un floreale di glicine ed erbe aromatiche e un tocco di terra e foglie. In bocca si rivela sapido, carnoso, con un tannino levigato mai aggressivo e una freschezza sempre tonica. Il finale è pulito, lungo. Senza contare che qui in Spagna l’uva bobal è considerata un vero toccasana per il suo altro contenuto di antiossidanti. Vien voglia di provarlo? Possiamo dire che La Sucursal in tutte le sue diramazioni è stata la migliore esperienza su Valencia. Parola di winestopandgo.com!

thumbnail (8).jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...