MERANO 2018, IL VINO ALL’INSEGNA DELL’ELEGANZA. Di Francesco Antonelli

thumbnail (1)

La sensazione è quella di un festival all’insegna dell’eleganza. Lo dice lampante il cartellone di eventi, molto curato, dal quale traspare la teutonica attitudine al perfezionismo, dritta al sodo e senza troppi fronzoli ma che lascia allo stesso tempo lo spazio a un discorso ampio ed approfondito sulle nuove tendenze del vino (italiano e non)  e le nuove frontiere del bere bene. Significativo è il fatto che questa indagine sia promossa proprio in una regione, il Trentino – Alto Adige, che ha fatto di finezza ed eleganza il tratto distintivo dei propri vini, spesso prodotti con una avanguardia che ha saputo unire la tecnologia, il controllo dell’uomo sul processo produttivo al servizio della natura e della terra (e non viceversa).

thumbnail (7).jpg

thumbnail (6).jpg

Con queste allettanti premesse e un pizzico di timore reverenziale, mi avvicino al grande evento del vino di Novembre, il Merano Wine Festival, nella cornice del centro cittadino della nota località termale. Quello che segue è un tentativo di collocare i numerosi appuntamenti proposti in un approssimato ordine logico e cronologico, cercando di agevolare il lavoro dei tanti wine lovers e professionisti che visiteranno prossimamente il festival. Dopo la presentazione a Eataly Smeraldo a Milano e le due anteprime che si sono svolte il 29 e 30 Settembre all’Ippodromo di Merano e il 13 e 14  Ottobre all’Acquario Romano della capitale, il primo appuntamento glamour di apertura sarà quello di Venerdì 9 Novembre alle ore 19.00 con il Gran Galà – The Official Dinner Night per celebrare in gran stile l’apertura della 27esima edizione.  Evento solo su invito dove tra vini di particolare eleganza e pietanze raffinate si celebrerà anche la premiazione dei Platinum Award Vino, svolto direttamente dal Wine Hunter Helmuth Köcher, Presidente e Fondatore del Festival, colui che supervisiona e cura la selezione qui presentata.  Festival che quest’anno si arricchisce del “fuori salone” con The Circle, spazio e palcoscenico di eventi “no-stop” dalle 9 alle 24 in Piazza della Rena, per tutta la durata della kermesse. Vini eccellenti e largo ai giovani e alle loro idee formato start up nel convegno Wine & Economy, in collaborazione con Unicredit.

thumbnail (5)

thumbnail (2).jpg

I primi eventi del Festival invece cominciano già da Giovedì 8 Novembre: le prime due giornate sono dedicate ai concetti di naturalità e purezza nel mondo del vino. Ai giardini di Castel Trauttmansdorff, giovedì 8 novembre, si terrà un simposio sull’argomento “Vino veleno o vino alimento, alle radici del bere?”; venerdì 9 presso la Piazza della Rena avrà luogo ‘Wild Cooking’ con chef rinomati mentre la degustazione sul tema del biodinamico e naturale continua all’interno del Kurhaus e nelle Terme Storiche di Merano,  con ‘bio&dinamica’ dove si potrà degustare una selezione di vini biologici, biodinamici e PIWI.

thumbnail.jpg

Ritengo che l’idea di aprire col tema del “Naturale” sia assolutamente apprezzabile, visto che da emergente sta diventando giorno dopo giorno sempre più centrale e non mi sarebbe dispiaciuto se ci fossero stati altri momenti di approfondimento trasversali a tutti i giorni del festival anziché solo nella fase iniziale. Per entrare nel vivo della manifestazione bisogna aspettare Sabato 10 Novembre quando all’interno della Kurhaus troveranno spazio ai banchetti di alcuni tra i migliori produttori italiani, ben 300, ed esteri. La Kurhaus è una grande costruzione in stile Liberty, vasta, spaziosa, ricca di stanze, palchi e soppalchi. La selezione di cantine fatta dallo staff del Merano Wine Festival trova alloggio in ognuno di questi meravigliosi spazi, suddivisi per area tematica; ad esempio nel palco Kursaal è ospitata la sezione Extremis dove troveremo alcuni importanti nomi come Marisa Cuomo per la regione Campania e i suoi vini di sostanza che crescono da vitigni a strapiombo sul mar Tirreno; il celeberrimo Gianfranco Fino con i suoi Es e Jo, un omaggio ai due vitigni emblema della Puglia, Primitivo e Negramaro, da piante di oltre 60 anni, sapientemente trasformati in vini ricchi, densi e profondi, poi ancora, sempre sul palco, Lieselhof dai terreni argillosi e ghiaiosi di Caldaro a rappresentare una parte di Alto Adige, questi ultimi famosi per il grande lavoro di selezione del ceppo Piwi  denominato Bronner, che potrete assaggiare nel loro Julian, un vitigno resistente bianco con profumi intriganti di lithci, pompelmo, mango; un vino che stupisce soprattutto per il suo bouquet ampio che rimane ben bilanciato in ogni nota olfattiva. Molto ricca di vini italiani altamente territoriali anche la sezione cosiddetta “Winehunter Arena”, mentre per una ristretta selezione di produttori internazionali ci pensa  la “Wine International”, fatta di alcune eccellenze che ci permettono di volare tra le Ande Argentine, con El Enemigo Wines e Matervini Antes Andes, passando dalle più classiche Maison di Champagne, come Joseph Perrier, Charles Heidsieck, Breton Fils, fino ad arrivare alle marne calcaree della Goriska Brda, nella parte occidentale della Slovenia, rappresentata da Klet Brda, una cooperativa vinicola slovena che ha recentemente conquistato parecchi riconoscimenti al Mondial des Vin Extremes 2018, non solo sui più noti bianchi, ma anche sui rossi Merlot, Cabernet Sauvignon e Pinot Nero.

thumbnail (4).jpg

Merano Wine festival però non è solo vino e non solo Kurhaus, ma è anche una ricerca di eccellenza su altri aspetti del buon bere  e della buona tavola, che trovano casa nella Gourmet Arena sulla Passeggiata Lungo Passirio, Passpromenade. Qui troveremo i migliori prodotti della culinaria, birrifici artigianali e distillati per un percorso degustativo che attraversa l’Italia, affiancato da consorzi di tutela e gruppi del relativo territorio di riferimento. Viene da domandarsi se si riuscirà ad approfittare di tutte queste intriganti proposte, vista la gestione del tempo, sempre troppo stringente, ma di sicuro, come detto all’inizio, l’aspettativa è davvero alta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...