EXPORT IN RUSSIA: ITALIA AL PRIMO POSTO

thumbnail.jpg

Vinitaly International sbarca in Russia con tappa oggi a Mosca al Lotte Hotel e domani a San Pietroburgo. È la 15° edizione di un tour promozionale che vede protagoniste 43 cantine italiane. Incontri B2B, degustazioni guidate, master class, con la presenza dell’ambasciatore italiano in Russia Pasquale Terracciano, per promuovere l’incontro diretto tra professionisti del settore vitivinicolo e migliorare la conoscenza del vino italiano all’estero. Obiettivo implementare le relazioni commerciali tra cantine italiane e importatori locali. Perché se in Cina l’Italia è il quinto paese esportatore, in Russia è il primo, superando Francia e Spagna, con una quota del 28,8% (255 milioni di euro) dell’import russo totale. Negli ultimi dieci anni la crescita complessiva delle vendite di vino italiano è aumentata del 523,2%. La Russia, settimo consumatore a livello globale, riveste un ruolo primario per l’export del vino italiano con 3,9 miliardi di euro, valore totale dei consumi interni (comprendente anche vini locali), una cifra raddoppiata in dieci anni. Il direttore generale di Veronafiere Giovanni Mantovani: “Nei primi 8 mesi del 2018 l’import del vino in Russia ha registrato un +3,3%, con Italia a +1% a causa di un -2% dei vini fermi parzialmente compensato da +7,5% degli spumanti. Si può migliorare. Serve una promozione strutturata ed educational mirati sui nostri vini”.

San Pietroburgo è la seconda città più importante del paese per il mercato del vino, sede dei colossi dell’import russo Ladoga e Marine Express. Dal 2012 sempre più nuovi wine bar e wine boutique. Domani sera l’esclusiva networking dinner nel centro della città, al Probka Restaurant, con 40 invitati tra produttori italiani e rappresentanti locali  del trade di settore. Continua Mantovani: “Ai produttori italiani e ai distributori russi il merito di continuare a lavorare per accrescere la diffusione del vino italiano puntando su valore, tradizione e territori unici”. Oggi round table “Wine education in Russia: digital approaches and new opportunities for italian wineries”, con il wine ambassador Nikolay Chashchinov per parlare dell’importanza della formazione per la promozione  del vino italiano sul mercato russo.

L’hashtag è #VinitalyRussia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...