WINE ENTHUSIAST, SVOLTA EPOCALE. Di Francesca Fiocchi

thumbnail (2).jpg

Una barbera da 15 euro è il miglior vino al mondo per Wine Enthusiast. Facciamo notare, su oltre 23mila vini degustati da oltre 17 paesi. Ancora un italiano in vetta alle classifiche enoiche più prestigiose. Dopo il Sassicaia, n. 1 per la rivista Usa Wine Spectator, ecco la  top 100 di un’altra rivista americana specializzata nel settore, in grado di influenzare il mercato dei prezzi. Wine Enthusiast sceglie il Cipressi Nizza Docg 2015 di Michele Chiarlo, un Barbera in purezza. L’azienda di Chiarlo nasce nel cuore dell’astigiano e  annovera acquisti importanti fatti nelle migliori zone delle Langhe. Una scelta, quella di Wine Enthusiast, editor italiano Kerin O’ Keefe, che non premia i soliti noti e che è da apprezzare. Bisogna far passare il messaggio che anche un vino da 15 euro se fatto benissimo, dove per benissimo intendiamo perfezionismo, tecnica, cura estrema del prodotto e riconoscibilità del varietale come in questo caso, può scalare la vetta di una classifica. Sono vini quelli di Chiarlo con un uso modesto del legno e quando il legno viene impiegato sono sempre botti grandi o tonneaux.  E poi la sostenibilità ambientale: nel 2007 è iniziato un percorso virtuoso riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente che mira alla sostenibilità totale della filiera. Quindi, per bere un ottimo vino non occorre spendere tanto, questo ci dicono in sostanza gli esperti della rivista americana incoronando un eccellente vino italiano. E su questo punto dobbiamo riflettere. Quante perle ci sono nel nostro paese, vini veramente fatti bene, al limite della perfezione se non perfetti,  che “incontriamo” nel nostro lavoro di giornalisti e critici del vino, vini che in molti casi costano pochi euro se paragonati agli arcinoti pluripremiati. Questa valutazione è il termometro di una svolta epocale, sdogana un concetto importante e l’ha segnata proprio Wine Enthusiast. Basta pensare che negli ultimi tre anni sono stati incoronati al vertice un Barolo, un Chianti Classico Gran Selezione e un Brunello di Montalcino, mentre la Barbera d’Asti figurava molto più avanti in classifica. Il Nizza premiato pertanto, a 4 anni dalla nascita della denominazione, la prima vendemmia è la 2014, è il primo Nizza ad aggiudicarsi il podio. Un bel risultato per l’immagine della Docg, visto che era stata accolta tra le polemiche. Tale denominazione, lo ricordiamo, è nata dal distaccamento della sottozona Barbera d’Asti Superiore Nizza dalla Docg Barbera d’Asti. A produrla oggi sono 18 comuni con decenni di tradizione e storia alle spalle.

thumbnail.jpg

A fare la parte del leone sono gli Stati Uniti, presenti con ben 31 etichette, seguiti da Francia e Italia, a pari merito, con 17 ciascuna. Ma per l’Italia la soddisfazione più grande. Seguono Portogallo e Spagna con 6 premiati, Austria a 5, Germania, Australia e Argentina a 3,  Cile, Nuova Zelanda, Sudafrica e Grecia a 2 e Israele a 1. I migliori assaggi italiani? Toscana, Piemonte, Sicilia in testa ma con una buona rappresentanza della viticoltura di tutto il paese: premiati anche Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto, Abruzzo. Nella top 10 un altro italiano, all’ottava posizione, il  Ca’ dei Zago 2015 Dosaggio Zero Metodo Classico (Prosecco Valdobbiadene). Seguono al n. 18 Franchetti-Passopisciaro 2016 Contrada R Nerello Mascalese (Terre Siciliane); ventesimo della classifica è il Paltrinieri 2017 L’Eclisse (Lambrusco di Sorbara); al n. 23 si posiziona Biondi 2016 Outis Rosso (Etna); ventiseiesimo è Arpepe 2007 Sassella Riserva Rocce Rosse (Valtellina Superiore); in posizione n. 31 arriva il Castello Ama 2013 San Lorenzo Gran Selezione (Chianti Classico); trentacinquesimo è Castelgiocondo 2013 Brunello di Montalcino di Frescobaldi;  al n. 42  troviamo un amico di Winestopandgo, e ne siamo felici, Russiz Superiore 2016 Friulano (Collio); n. 47 Ca’ del Bosco 2013 Vintage Collection Dosage Zero (Franciacorta); al n. 68 Donnafugata 2015 con il suo famoso Ben Ryè (Passito di Pantelleria); al n. 72 De Fermo 2016 Don Carlino Pecorino (Abruzzo); n. 76 La Lastra 2016 Vernaccia di San Gimignano; in posizione n. 78 troviamo Allegrini 2014 Palazzo della Torre Red (Veronese); al n. 82 Colombera & Garella 2014 Cascina Cottignano (Bramaterra); chiude al n. 94 Terenzi 2016 Morellino di Scansano.

I prezzi anche della Barbera, come successo per il Sassicaia di Tenuta San Guido che sono lievitati del 25%, aumenteranno. Ci sta. E non è poco se calcoliamo che il mercato del vino Usa ha sfiorato i 70 miliardi di dollari nell’ultimo anno, di cui 48 miliardi arrivano dal vino italiano. Ma intanto apprezziamo un nuovo modo di valutare i vini, direi onesto. E godiamocelo.

ELENCO COMPLETO:

100 – Keuka Spring 2017 Gewürztraminer (Finger Lakes)

99 – Alpha Estate 2015 Hedgehog Vineyard Xinomavro (Amyndeon)

98 – Vinos de Arganza 2017 Viña Século Godello (Vino de la Tierra de Castilla y León)

97 – Umathum 2016 Zweigelt (Burgenland)

96 – Newton 2016 Skyside Claret (North Coast)

95 – Ruca Malen 2015 Terroir Series Petit Verdot (Luján de Cuyo)

94 – Terenzi 2016 Morellino di Scansano

93 – Muga 2017 Rosé (Rioja)

92 – Savage Grace 2017 Dineen Vineyard Côt (Rattlesnake Hills)

91 – Tokara 2017 Sauvignon Blanc (Western Cape)

90 – J. Portugal Ramos 2017 Alvarinho (Vinho Verde)

89 – Northstar 2015 Cabernet Sauvignon (Columbia Valley (WA))

88 – Boutari 2017 Assyrtiko (Santorini)

87 – Heitz 2015 Grignolino (Napa Valley)

86 – Stark-Condé 2015 Cabernet Sauvignon (Stellenbosch)

85 – Pfeffingen 2016 Dry Scheurebe (Pfalz)

84 – Adegas Gran Vinum 2017 Esencia Diviña Albariño (Rías Baixas)

83 – Pedestal 2015 Merlot (Columbia Valley (WA))

82 – Colombera & Garella 2014 Cascina Cottignano (Bramaterra)

81 – Château Pégau 2016 Cuvée Maclura Red (Côtes du Rhône)

80 – Pine Ridge 2017 Chenin Blanc-Viognier (California)

79 – Herdade do Esporão 2015 Esporão Reserva Red (Alentejo)

78 – Allegrini 2014 Palazzo della Torre Red (Veronese)

77 – Involuntary Commitment 2016 Red (Columbia Valley (WA))

76 – La Lastra 2016 Vernaccia di San Gimignano

75 – Agustí Torelló Mata 2012 Gran Reserva Brut Nature Sparkling (Cava)

74 – Château Lyonnat 2015 Emotion (Lussac Saint-Émilion)

73 – Paxton 2016 Grenache (McLaren Vale)

72 – De Fermo 2016 Don Carlino Pecorino (Abruzzo)

71 – Lucien Albrecht NV Brut Sparkling (Crémant d’Alsace)

70 – Nobilo 2017 Icon Sauvignon Blanc (Marlborough)

69 – Fiuza 2016 Reserva Premium Alicante Bouschet (Tejo)

68 – Donnafugata 2015 Ben Ryè (Passito di Pantelleria)

67 – No Girls 2015 La Paciencia Vineyard Grenache (Walla Walla Valley (OR))

66 – Quinta da Rede 2016 Grande Reserva White (Douro)

65 – Jean-Marc Brocard 2015 Vaulorent Premier Cru (Chablis)

64 – Maison Saint Aix 2017 Aix Rosé (Coteaux d’Aix-en-Provence)

63 – Lustau NV Oloroso Don Nuño Dry Sherry (Jerez)

62 – Giant Steps 2016 Sexton Vineyard Chardonnay (Yarra Valley)

61 – Abacela 2015 Fiesta Tempranillo (Umpqua Valley)

60 – Bodega Norton 2015 Privada Family Blend Red (Mendoza)

59 – Domaine Chevillon-Chezeaux 2015 Les Saint-Georges Premier Cru (Nuits-St.-Georges)

58 – Château de Ségriès 2017 Tavel

57 – Polkura 2015 Syrah (Marchigue)

56 – Shannon Ridge 2016 High Elevation Collection Petite Sirah (Lake County)

55 – Laurent-Perrier NV Grand Siècle Grande Cuvée Brut (Champagne)

54 – Margerum 2017 M5 Margerum Estate Vineyard White (Los Olivos District)

53 – Soléna 2017 Pinot Gris (Willamette Valley)

52 – B. Leighton 2015 Olsen Brothers Syrah (Yakima Valley)

51 – Alphonse Mellot 2017 La Moussière (Sancerre)

50 – Weingut Christ 2017 White (Wiener Gemischter Satz)

49 – Paix Sur Terre 2016 The Other One Mourvèdre (Adelaida District)

48 – Hermann J. Wiemer 2016 Estate Bottled and Grown Dry Riesling (Seneca Lake)

47 – Ca’ del Bosco 2013 Vintage Collection Dosage Zéro (Franciacorta)

46 – Kumeu River 2016 Hunting Hill Chardonnay (Kumeu)

45 – Emile Beyer 2017 Pfersigberg Grand Cru Gewurztraminer (Alsace)

44 – Yering Station 2016 Little Yering Pinot Noir (Yarra Valley)

43 – Bodegas Martinez Lacuesta 2010 Reserva (Rioja)

42 – Russiz Superiore 2016 Friulano (Collio)

41 – Muhr-Van der Niepoort 2015 Samt & Seide Blaufränkisch (Carnuntum)

40 – Patricia Green Cellars 2016 Estate Vineyard Old Vine Pinot Noir (Ribbon Ridge)

39 – Comm. G. B. Burlotto 2014 Monvigliero (Barolo)

38 – Château Malartic-Lagravière 2015 Pessac-Léognan

37 – Idlewild 2017 The Bird Flora and Fauna Red (Mendocino County)

36 – Domaine des Terres Dorées 2016 Fleurie

35 – Castelgiocondo 2013 Brunello di Montalcino

34 – René Muré 2016 Signature Pinot Gris (Alsace)

33 – Binyamina 2014 Yogev Cabernet Sauvignon-Shiraz (Israel)

32 – Robert Mondavi 2014 Fumé Blanc (Oakville)

31 – Castello di Ama 2013 San Lorenzo Gran Selezione (Chianti Classico)

30 – Poças 2016 Vintage (Port)

29 – Trefethen 2015 Family Owned Estate Grown Cabernet Sauvignon (Oak Knoll District)

28 – Domaine du Haut Bourg 2009 Origine du Haut Bourg (Muscadet Côtes de Grandlieu)

27 – Villa Creek 2015 Willow Creek Cuvée Red (Willow Creek)

26 – Arpepe 2007 Sassella Riserva Rocce Rosse (Valtellina Superiore)

25 – Big Table Farm 2016 Chardonnay (Willamette Valley)

24 – Massican 2017 Annia White (Napa Valley)

23 – Biondi 2016 Outis Rosso (Etna)

22 – Melville 2016 Sandy’s Pinot Noir (Sta. Rita Hills)

21 – Nikolaihof 2004 Steinriesler Riesling (Wachau)

20 – Paltrinieri 2017 L’Eclisse (Lambrusco di Sorbara)

19 – Maximin Grünhäuser 2016 Abtsberg Spätlese Grosse Lage Riesling (Mosel)

18 – Franchetti–Passopisciaro 2016 Contrada R Nerello Mascalese (Terre Siciliane)

17 – Forstreiter 2016 Alte Reben Reserve Grüner Veltliner (Kremstal)

16 – Château la Vieille Cure 2015 Fronsac

15 – The Calling 2016 Dutton Ranch Chardonnay (Russian River Valley)

14 – J Wrigley 2017 Estate Riesling (McMinnville)

13 – Vignobles Brumont 2014 Château Bouscassé Red (Madiran)

12 – Stolo 2016 Estate Syrah (San Luis Obispo County)

11 – José Maria da Fonseca 2016 José de Sousa Red (Alentejano)

10 – Zuccardi 2017 Concreto Malbec (Paraje Altamira)

9 – Ramey 2015 Chardonnay (Sonoma)

8 – Ca’ dei Zago 2015 Dosaggio Zero Metodo Classico (Prosecco di Valdobbiadene)

7 – Franz Keller 2016 Vom Löss Pinot Noir (Baden)

6 – Edmeades 2014 Zinfandel (Mendocino County)

5 – Elk Cove 2017 Estate Pinot Blanc (Willamette Valley)

4 – Domaine Saint Damien 2016 Les Souteyrades (Gigondas)

3 – Santa Carolina 2015 Reserva de Familia Cabernet Sauvignon (Maipo Valley)

2 – Roederer Estate 2011 L’Ermitage Brut Sparkling (Anderson Valley)

1 – Michele Chiarlo 2015 Cipressi (Nizza)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...