WINECODE DEL GIOVEDÌ VI CONSIGLIA…

Questo giovedì vi parliamo del Blanc de Blancs Brut di Marco Felluga. Un Metodo Classico da Chardonnay (95%) e Pinot Grigio (5%) giocato su eleganza e pulizia, di grande corrispondenza e intreccio gusto – olfattivo. Bollicina continua e finissima, setoso, una vera carezza vellutata sul palato dove il vino rivela struttura, sapidità e freschezza. Pinot Grigio che dà il velluto e Chardonnay che apporta lo scheletro. Con spiccate note di mineralità al gusto, a tratti terroso e con sensazioni mentolate. Prima della composizione della cuvée, fermentazione in acciaio e per una piccolissima parte in botti di rovere che lo aiutano a diventare di una complessità importante. Un vino lavorato bene a partire dalla vigna, ma a fare la differenza è la favorevole combinazione di clima, con le sue importanti escursioni termiche, di luce e di suolo composto da marne e arenarie del periodo eocenico. A tutto pasto, ma che da solo sa comunicare emozioni, sazia. Questo è il Friuli che nel bicchiere piace sentire. 

A TAVOLA

Perfetto come aperitivo, è un valido alleato per carni bianche e magre, formaggi (anche i più stagionati) e salumi. Noi lo abbiniamo con tartare di salmone, barbabietola e yogurt, con carne cruda all’albese e un piccolo flan di radicchio e pecorino toscano.

Blanc de Blancs Brut – Marco Felluga