Chiara Soldati festeggia oggi nella giornata d’apertura della Prowein, una delle fiere internazionali più prestigiose del mondo del vino, un traguardo storico per la sua azienda: i primi cento anni di sogni, passioni, sfide. E lo fa con un vertical tasting d’eccellenza dedicato a quattro annate memorabili dei suoi Gavi dei Gavi: 1989, 1999, 2009, 2018. Nel bicchiere freschezza e una tenuta straordinaria, a dimostrazione che il Gavi quando è vinificato rispettando criteri di qualità assoluta sa diventare un grande bianco italiano. A guidare la degustazione Manlio Giustiniani, Champagne & wine consultant, docente della Fondazione Italiana Sommelier. 

Al centro della degustazione il mitico Black Label Gavi dei Gavi Etichetta Nera, apprezzato anche dal “campionissimo” del tennis Roger Federer, grande estimatore dei vini de La Scolca, azienda perno della denominazione. Vini autentici che raccontano una storia di entusiasmo, di innovazione e di tanto amore per la propria terra, Rovereto di Gavi, nell’Alessandrino. La Scolca sarà anche al centro per tutta la durata della fiera di eventi speciali allo stand De.s.a – Deutschland Sommelier Association (Halle N. 15 booth 15 B03). L’iconica Etichetta Nera è il simbolo della rivoluzione del Gavi perché ha saputo dimostrare che il vino da uva cortese può andare oltre i propri limiti e giocare un campionato a parte, dell’eleganza e della longevità.

La Scolca è stata anche protagonista al Big Bottle Party, la festa riservata ai vini bianchi in versione magnum, organizzata dalla rivista austriaca Falstaff, alla vigilia di Prowein, allo Stahlwerk Dusseldorf con un wine tasting speciale del Black Label Gavi dei Gavi Etichetta Nera formato magnum. Ma non finisce qui…