GRANDE FESTA A POLPENAZZE, IN VALTENESI, PER LA 70ESIMA EDIZIONE DELLA FESTA DEL VINO – RIVIERA DEL GARDA CLASSICO DOC DALL’1 AL 3 GIUGNO 

Polpenazze, sul lago di Garda, è conosciuto per la produzione di vino della Valtenesi e di olio del Garda. La sua storica fiera del vino, appuntamento enogastronomico fra i più amati del nord-Italia, è stata fissata quest’anno in via eccezionale dal 31 maggio al 3 giugno, nel ponte della Festa della Repubblica: la coincidenza con l’election day del 26 maggio ha infatti reso necessario lo spostamento della manifestazione, che per tradizione si tiene di solito nell’ultimo weekend del mese mariano. È la prima novità di un’edizione speciale, legata ad un anniversario particolarmente prestigioso. Un’ottima occasione per visitare il lago di Garda e godere di ottimi vini rappresentativi del territorio.”Sono poche le fiere che possono vantare una storia così lunga ed articolata”, dice il coordinatore Massimo Corazza. “Partita dal Dopoguerra, oggi ha un successo in costante crescita nel segno della promozione a tutto campo del territorio e delle sue produzioni tipiche”.  Una quattro giorni di grande festa popolare tra le vie del centro storico all’insegna dei vini, dei sapori, delle tradizioni della Valtènesi, zona viticola di pregio sulla riviera bresciana del lago di Garda, di cui Polpenazze è uno dei sette comuni. Vitigno principale del territorio è il groppello, seguito da marzemino e barbera.

Il centro storico medievale di Polpenazze è il balcone naturale dal quale si può godere una vista mozzafiato su vigneti ed uliveti della Valtènesi: trenta le cantine che partecipano con un proprio stand, per un totale di oltre 100 etichette in degustazione. Non manca lo spazio riservato al Borgo Bio, dedicato alle ormai sempre più numerose aziende biologiche del comprensorio. Centrale come sempre il concorso enologico nazionale della Doc Riviera del Garda Classico-Valtènesi con ottantasei etichette iscritte al concorso e presentate da quarantun cantine, in lizza per il titolo di Vino Eccellente che verrà attribuito dalle commissioni di degustazione solo alle etichette che raggiungeranno un punteggio di almeno 85/100. L’ingresso in fiera è libero, ma per le degustazioni dei vini presentati dai produttori è come sempre necessario munirsi di sacca e bicchiere, che anche quest’anno a causa di nuove normative legate alla sicurezza non può più essere di vetro: l’amministrazione di Polpenazze ha quinti optato per un innovativo calice “Bio Based” realizzato con una speciale bioplastica ricavata da biomassa vegetale, quindi da fonte rinnovabile, riutilizzabile o comunque 100% riciclabile, per garantisce riduzione delle emissioni di CO2 e dell’impatto ambientale. L’altra grande novità riguarda l’ampliamento del parco fiera all’area di via della Parola, dove trovano spazio gli stand di tre cantine, un’area street food con numerosi truck di produzioni locali e specialità da varie regioni italiane, e la Corte degli Assaggi, che debutta in una nuova location vista lago proponendo come sempre i vini vincitori del concorso enologico in degustazione comparata ed in abbinamento con i formaggi tipici del caseificio di Tremosine Alpe del Garda. Una tensostruttura garantisce un maggior numero di posti al coperto nell’area ristorante dove oltre al classico Spiedo Bresciano troviamo i Casoncelli di Barbariga. Momenti di spettacolo, musica dal vivo, mostre e la possibilità di escursioni in mongolfiera (salita e discesa, gratis per i bambini) arricchiscono il cartellone dell’evento, che si chiuderà come sempre con un grande spettacolo pirotecnico. Lago di Garda da non perdere questo fine settimana e il prossimo con Italia in rosa, evento dedicato al mondo dei vini rosa al castello di Moniga. Ricordiamo che il Garda è tra le prime dieci mete enoturistiche di tutto il mondo da visitare nel 2019 per l’autorevole review americana Wine Enthusiast.