Il vino non è solo vino. Ma racchiude un contesto di cui la socialità è una sua parte importante. Dietro al vino storie di persone, storie di uomini e donne, storie di valori. Pensando a questo universo nasce oggi 14 febbraio – e quale occasione migliore – la nostra rubrica dedicata alle coppie vip nel mondo del vino: W-People. Le più glamour, super social, celebri, quelle che appassionano e/o dividono, che emozionano perché regalano il sogno. Il loro, un life style invidiato da tutto il mondo. Credo che questo sia il primo esperimento che riguarda il settore da parte di una testata giornalistica tematica.

thumbnail (4).jpg

Partiamo col botto. A inaugurarla è una coppia (ormai) collaudata del jet set internazionale: Alessandro Noli e, udite udite, Lina Botero. Sì, proprio lei, la figlia del grande pittore e scultore colombiano Fernando Botero. Noli, franco-italiano, dal 2006 è l’enologo di Chateau Grillet, il celebre monopole di Francoise Pinault, multimiliardario uomo d’affari francese che nel 2011 acquisisce i  3,5 ettari della proprietà spalmati su soleggiate e caratteristiche chaillées nella vallée du Rhone, nel cuore di Condrieu. Un singolo vigneto terrazzato, suolo granitico ricco di mica. È la più piccola appellation monopole francese monovitigno e proprio per questo il vino  è raro. Noli lavora a stretto contatto con Frederic Engerer, a capo del team enologico che ha riportato alla vita lo Chateau  e il suo vino, un superbo Viognier coltivato secondo i principi dell’agricoltura biodinamica. Esposizione e natura dei terreni creano un’enclave, un mondo a sé che nel bicchiere regala finezza, tensione, complessità aromatica, freschezza quasi iodata, mineralità, il tutto legato insieme da un equilibrio sorprendente. Chateau Grillet è uno dei tre grandi vini della Vallée du Rhone, uno dei migliori vini bianchi del mondo, un vino mito per intenderci. Pare che le prime viti qui furono piantate ai tempi dei romani.

thumbnail.jpg

Lei, Lina Botero, oltre che essere una donna dalla bellezza raffinata, è una grande esperta d’arte, passione che condivide con il compagno. I due viaggiano moltissimo e come dice lei “nos sentimos muy afortunados por poder compartir esta vida en grandes o pequenas dosis”. Ma la Botero è anche disegnatrice di interni eccentrica e geniale, presentatrice televisiva, scrittrice, curatrice di alcune delle esposizioni di maggior successo delle opere del padre. La sua “Casa Dragon”, giocata sul colore e sull’integrazione con l’ambiente circostante, è incastonata in una natura rigogliosa a Costa Careyes (in foto sopra), uno dei luoghi più esclusivi ed eleganti del Messico, che mescola stili locali e mediterranei. Un vero e proprio paradiso e buen retiro con diversi affacci sulla Costa Pacifica e su una natura incontaminata e selvaggia. Il posto ideale per stappare un’ottima annata di Chateau Grillet. Concordate?

download.jpg