WINECODE DEL VENERDÌ VI CONSIGLIA… UN VINO ROSSO DELL’OLTREPÒ PAVESE

Siamo a Canneto Pavese, lungo il 45° parallelo, latitudine molto favorevole alla viticoltura, con il cru Cavariola dell’azienda Bruno Verdi. A condurla, insieme alla sua famiglia, è Paolo Verdi, uno dei grandi interpreti dell’Oltrepò Pavese di qualità, uno dei pochi vigneron che ti accoglie con le mani che sanno di fatica, anzi ti aspetta in vigna perché “il vino si fa lì”. Il Cavariola è un cru da lungo invecchiamento e da uve croatina (60%), barbera (20%), ughetta di Canneto (10%), uva rara (10%), più  meno le stesse del Buttafuoco. Un ettaro e mezzo terrazzato, terreno in alcuni punti con pendenze anche del 45% , esposto a ovest sulla collina che da Broni sale verso Canneto Pavese, suoli sabbiosi-argillosi, viti ottuagenarie. A partire dall’annata 2019 è attuato il sovescio in tutte le vigne. Prima annata prodotta la 1985. 
La fermentazione alcolica avviene in tonneau con follatura manuale per circa 25 giorni. Segue affinamento per 22 mesi in barrique, 8 mesi in cemento e almeno altri 8 in bottiglia. Lieviti indigeni con pied de cuve. Il Cavariola esce sul mercato a 4 anni dalla vendemmia, ma l’ideale sarebbe tenerne via qualche bottiglia per degustarla dopo almeno dieci anni. Nel nostro bicchiere l’annata 2016. Il colore è rosso rubino intenso. Il naso ampio di piccoli frutti rossi e neri come ciliegia, mora, prugna, ma anche un floreale di viola e intriganti note speziate e di cacao. Al palato rivela la sua struttura, è pieno, sapido, equilibratamente austero e potente, con tannini ricchi e ancora di buon grip, che come in tutti i grandi rossi da invecchiamento hanno bisogno del tempo per diventare aristocratici, ma in armonia con la struttura solida. Centro bocca supportato dalla freschezza, fondamentale nel Cavariola perché insieme ai tannini tiene in equilibrio l’acol. L’annata 2016 è un po’ più rotonda della 2015. Progressivo, persistente. Da bere e ribere. Quattromila bottiglie. Wine maker Paolo Verdi.

“I bevitori di vino si dividono in due categorie: i viziosi che scontano il vino come una condanna e gli intenditori per i quali il vino è poesia e perfino preghiera” (Gianni Brera)

OLTREPÒ PAVESE ROSSO RISERVA CAVARIOLA DOC 2016 – BRUNO VERDI

A TAVOLA

Accompagna un tagliere di affettati e salumi importanti, pasta al ragù, risotto ai funghi, selvaggina, braciole di maiale, formaggi stagionati. Via libera anche a brasati, spezzatini e grigliate di carne rossa.
Olé!

 

LA CANTINA

Azienda agricola Verdi Paolo

Via Vergomberra, 5

27044 Canneto Pavese (PV) – Lombardia

Italia

Tel: +39 038588023

email: info@brunoverdi.it

http://www.brunoverdi.it

Informazioni di servizio

Tipologia: ROSSO SECCO
Annata: 2016
Gradazione: 16%
Longevità: 30 ANNI
Temperatura servizio: 18°C
Formato: 0,75 / 1,5 / 3 L
Prezzo: 28 / 70 / 150€
Valutazione: 2 STOP & GO SU 3